I confini d’Irlanda fanno tremare la Brexit

I confini d’Irlanda fanno tremare la Brexit

Pur di trovare un sistema per risolvere la questione del confine irlandese all’interno della Brexit, tutti gli interessati ormai si rivolgono alla tecnologia più avanzata.
In Irlanda c’è forte preoccupazione che una frontiera ben definita – controlli fisici o infrastrutture – tra la regione britannica nel nord e la Repubblica nel sud possa mettere in pericolo l’Accordo del Venerdì Santo del 1998, che pose fine alla guerra che per più di trent’anni ha fatto stragi e violenze insanguinando il paese.
I deputati britannici sostengono che potrebbe intrappolare il Regno Unito in un’unione doganale incerta e questo impedirebbe di raggiungere accordi commerciale con altri paesi.
Ed allora via alle proposte.

La prima:la soluzione Norvegia-Svezia. I funzionari dei due paesi scandinavi hanno dovuto fare i conti con una situazione simile a quella che l’Irlanda dovrebbe affrontare dopo la Brexit.
Anche se la Svezia è uno stato membro dell’UE, mentre la vicina Norvegia è fuori dal blocco. Quest’ultima è ancora membro del mercato unico e deve pertanto rispettare le quattro libertà fondamentali dell’UE, compresa quella del movimento.

Il valore del commercio tra i due paesi scandinavi è “considerevolmente più alto che tra Irlanda e Irlanda del Nord”, secondo un rapporto del 2017 scritto da Lars Karlsson, ex alto funzionario doganale svedese per il Parlamento europeo.

Eppure Norvegia e Svezia, che condividono un confine di 1.600 chilometri, hanno uffici doganali a soli 14 degli 80 incroci tra di loro. Nei punti “scoperti” hanno implementato un “confine intelligente”, uno dei più avanzati al mondo, che prevede l’utilizzo della tecnologia per ridurre gli attriti e mantenere il confine il più sicuro possibile. I permessi di trasporto consentono di trasportare le merci oltre i valichi di frontiera senza operatore in base a una serie di condizioni, compresa la presentazione di dichiarazioni solo elettroniche. Le aziende che desiderano trasportare merci oltre confine devono inviare le informazioni prima dell’arrivo tramite un portale online almeno un’ora prima degli incroci.
Dal 2011 la Norvegia utilizza anche telecamere di riconoscimento di targhe automatiche per identificare veicoli sospetti e rilevare violazioni doganali.

La seconda proposta : il Sistema di gestione dei rischi
L’European Research Group (ERG), un gruppo di esperti britannico composto da parlamentari del Brexiteer del partito conservatore al governo, ha emesso una propria proposta con la relazione del dicembre 2018, intitolata “Un accordo migliore” che prevede l’uso di un “sistema di gestione dei rischi” per consentire alle autorità doganali di “concentrarsi sulle transazioni che meritano attenzione” come “spedizioni ad alto rischio”. Come per il sistema Norvegia-Svezia, il thinktank pianifica l’uso di telecamere di riconoscimento di targhe automatiche, affinché gli esportatori registrino il loro carico tramite un portale online prima degli incroci e per il Regno Unito e l’UE per concordare una procedura semplificata.

Problemi

L’Irlanda del Nord e l’Irlanda hanno dimostrato chiaramente di respingere qualsiasi soluzione che reintroduca i controlli alla frontiera o richieda infrastrutture pesanti. Nessuna delle soluzioni di cui sopra risponde pienamente a queste richieste

Nel frattempo, l’UE aveva già respinto queste soluzioni sostenendo che non solo avrebbero richiesto ingenti investimenti, ma anche più tempo rispetto all’attuale calendario Brexit, in particolare perché alcune delle tecnologie necessarie per aggirare i principali punti di conflitto non sono pienamente sviluppate.

Sabine Weyand, il vice capo delegazione della Brexit, ha scritto su Twitter: “La tecnologia può risolvere il problema del confine irlandese? Risposta breve: non nei prossimi anni”.

Il suo capo, Michel Barnier, ha anche ribadito che il backstop è “l’unica soluzione operativa per affrontare il problema dei confini irlandesi oggi”.

Eduardo Lubrano

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy. more information

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy.

Chiudi Popup